Tag

,

Come faccio a scegliere un profumo?
Ho scoperto che molto spesso negli ultimi anni ho acquistato vari profumi associandoli a ricordi piacevoli, ad esempio 2 anni fa a Parigi acquistai BALENCIAGA, l’anno prima a Londra BURBERRY, però con il passare del tempo mi accorsi che questi due profumi mi avevano stancato. Forse perché troppo dolci, troppo amari o troppo persistenti da far venire la nausea.
Quando vado in profumeria diventa difficile sceglierne una nuova fragranza perché spruzzandola sul cartoncino sembra buona ma poi sulla pelle dopo un pò assume un profumo totalmente diverso, senza contare poi l’aiuto della commessa che alla fine dopo 10 spruzzi di profumi diversi si mi sembra di essere punto a capo attorniata da un odore nauseabondo e più confusa di prima.
Ero alla perenne ricerca di una fragranza che mi calzasse come un vestito, si in quel modo, come quando ne vedo uno in vetrina e penso, è perfetto, lo sento mio…
Un giorno entro nella mia profumeria preferita e lo sguardo è stato subito attirato da una confezione bianca semplice e pulita come un vestito classico ed elegante , leggo il nome Teint de Neige. Chiedo alla commessa di farmelo provare, una spruzzatina, aspetto, mi piace, “Tinta di neve”, l’aroma inconfondibile delle polveri profumate, la fragranza della cipria, il profumo del talco, una Eau de Toilette soffice, gentile, avvolgente come un vestito e allo stesso tempo intensa e persistente, lo riannuso e continua a piacermi.
La commessa mi spiega che è una fragranza creata da Lorenzo Villoresi un noto profumiere di origine Toscana, ma remore del passato non voglio commettere sempre gli stessi errori e perciò le chiedo se per caso ha un campioncino da farmi provare, lei gentilissima me lo da, lo provo per un paio di giorni e lo sento proprio “mio”.
Ecco, ora è il mio profumo preferito, il mio vestito, il mio “signature scent” e lo porto molto spesso. Grazie Lorenzo…

villoresi teint de neige

 villoresi teint de neige

villoresi teint de neige

villoresi teint de neige